ACCADDE OGGI 6 gennaio

Almanacco1535 – Francisco Pizarro fonda in Perù la città di Lima.

1540 – Re Enrico VIII d’Inghilterra si sposa per la quarta volta. La nuova moglie è Anna di Cleves, conosciuta 5 giorni prima.

1907- Maria Montessori apre, a Roma, la prima Casa dei Bambini per i piccoli da 3 a 6 anni. E’ qui, nel quartiere di S. Lorenzo, all’interno di un grande casamento popolare, in Via dei Marsi 58, che la psichiatra ed educatrice realizza una struttura costruita in maniera che i piccoli si sentano completamente a loro agio, che interagiscano spontaneamente con l’ambiente e imparino, senza vincoli oppressivi, le regole del vivere in comunità.

1911- La Nazionale di calcio dell’Italia indossa per la prima volta una divisa azzurra nell’amichevole contro l’Ungheria. L’azzurro successivamente verrà adottato come colore per le  nazionali italiane di ogni sport.

1929- Adolf Hitler nomina Heinrich Himmler a capo delle Schutzstaffel. Le SS sono ancora una piccola formazione paramilitare, marginale all’interno delle SA, le Sturmabteilung di Ernst Röhm. Con Himmler le SS si sarebbero trasformate in una sorta di corpo elitario, vincolato, con un giuramento personale.

1980- Palermo, via Libertà. Il presidente della Regione Sicilia, Piersanti Mattarella, viene raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco. Morirà mezz’ora più tardi in ospedale. Verranno condannati all’ergastolo, come mandanti, i boss della “commissione” di Cosa Nostra: Totò Riina, Michele Greco, Bernardo Provenzano, Bernardo Brusca, Pippo Calò, Francesco Madonia e Antonino Geraci, detto Nenè.

1993- Muore a Parigi, all’età di 54 anni, Rudolf Nureyev, da tempo malato di Aids. A 19 anni Nureyev era già considerato uno dei più grandi ballerini di tutti i tempi.

1993 – Si spegne a New York il musicista Dizzy Gillespie, uno dei maggiori esponenti del jazz moderno.

2001 – Con la chiusura della Porta Santa in Vaticano Papa Giovanni Paolo II conclude l’anno giubilare 2000.

2011 –  Entrano in vigore in Cina controlli sui messaggi dei cellulari che contengono riferimenti a democrazia, diritti umani e corruzione.

2012 – Il nuovo primo ministro della Giamaica, Portia Simpson Miller, annuncia che il suo paese diventerà una repubblica, rimuovendo la regina Elisabetta II dal ruolo di capo dello stato.

Commenta per primo

Lascia un commento