Mappamondo

Incontro a Mosca tra il presidente Sarraj e il generale Haftar per consolidare il cessate il fuoco in Libia. La mediazione del governo italiano. Conte in Turchia e poi al Cairo

Il presidente del governo libico riconosciuto dalla Comunità internazionale, Fayez al Sarraj, e il generale Khalifa Haftar saranno oggi  a Mosca per consolidare l’accordo sul cessate il fuoco e negoziare una possibile tregua in Libia. Contemporaneamente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte vedrà il presidente turco Erdogan ad Ankara, poi martedì […]

ora di punta

I marosi nella politica italiana restano tempestosi, nonostante Conte

di NUCCIO FAVA* – Non sfugge al presidente del Consiglio la difficile complessità della situazione. C’è stata la divisione in due del ministero abbandonato irresponsabilmente dal precedente titolare : rapidità meritevole e prova di responsabilità . Non sufficienti temiamo a sanare l’agitazione e i dissensi ripetuti nella maggioranza. Specialmente l’attivismo […]

Almanacco

ACCADDE OGGI 31 dicembre

192 – L’imperatore romano Commodo, vittima di una congiura, viene assassinato nel bagno da Narcisso dopo essere sfuggito all’avvelenamento durante un banchetto. 1857 – La regina Vittoria del Regno Unito sceglie Ottawa come capitale del Canada 1932 – Fa la sua comparsa nelle edicole italiane Il Giornale di “Topolino”, pubblicato dalla Casa Editrice Nerbini […]

Mappamondo

Putin in soccorso di Trump dopo che la Camera ha votato per l’impeachment peri presidente. E in Senato la procedura si allunga

Un Donald Trump furibondo per il voto di ieri note della Camera dei Rappresentanti (a maggioranza democratica) a favore dell’impeachment del presidente per l’Ucrainagate, trova un insperato aiuto in Vladimir Putin, ritenuto dall’intelligence Usa e dal rapport Mueller se non altro l’ispiratore delle interferenze russe a suo favore nelle presidenziali […]

Mappamondo

Al Bano “una minaccia per la sicurezza dell’Ucraina”? Non è una barzelletta e neppure una fake news: parola del ministero della cultura di Kiev!

Questa notizia – che appena circolata, ieri, sembrava una fake news – sembra essere destinata a finire nell’album delle “comiche finali”: «Il ministero della Cultura ucraino ha inserito anche il cantante Albano Carrisi (Al Bano) nella lista degli individui che considera una minaccia alla sicurezza nazionale». La lista nera – informa l’Ansa riferendo […]