LA GUERRA DELLE PAROLE E DELLE PAROLACCE/ Piccola “antologia” di una campagna elettorale fatta di tutti contro tutti (con pochissime eccezini)

 Mario Adinolfi: contro le follie del green pass

“Da non vaccinato chiederò conto al ministro della Salute delle follie del green pass”. Così Mario Adinolfi annuncia la sua candidatura da capolista perl’Alternativa per l’Italia (APLI), il movimento fondato con Simone Di Stefano, già Casapound, nel collegio senatoriale della Basilicata

Botta e risposta Meloni-Letta sui giovani in pandemia

Botta e risposta su Twitter fraGiorgia Meloni ed Enrico Letta. “Secondo Enrico Letta i giovani sono stati rinchiusi in casa durante la pandemia, nonostante rischiassero davvero poco. Ora te ne accorgi Letta?”, ha scrittola leader di FdI, riferendosi all’intervista concessa ieri dall’ex premier al Tg2 Post. “Dico solo – è la risposta del segretario dem – che per fortuna non eravate al governo durantela pandemia. I giovani rischiavano poco ma contagiavano come gli altri. Si sono sacrificati per salvare la vita di tanti più fragili. La forza della società italiana è la solidarietà, non il salvarsi ognuno per conto proprio”.

Beppe Grillo: “Il simbolo non cambia, contrassegno senza nome di Conte”

“Assolutamente non cambia”, il simbolo del M5S resta lo stesso: “E’ fuori discussione” perché “non è mai stato  messo in dubbio”. Dunque il cerchio rosso, la scritta MoVimento e la  data 2050 in bella vista, deadline per un’Italia verde. Il nome di  Giuseppe Conte non figurerà nel contrassegno. Almeno per Beppe Grillo. Fonti vicine al fondatore e garante assicurano all’Adnkronos che la  questione logo non sarebbe nemmeno sul tavolo: “non se ne è mai  parlato”. Ma a prescindere da questo, Grillo “non vuole personalismi”, l’unica eccezione risale agli albori del Movimento, quando nel marchio elettorale figurava la scritta ‘beppegrillo.it’ , ma erano altri  tempi, quando il blog del comico genovese era l’unica finestra sul  mondo 5 Stelle.

Giorgia Meloni:”Votare il PD vuol dire più tasse.

“Letta lo ammette: la patrimoniale è il pilastro del suo programma. Il 25 settembre gli italiani potranno scegliere: votare il Pd che vuole più tasse e colpire i patrimoni, oppure votare Fratelli d’Italia che non vuole più tasse e che si batterà per tutelare chi produce ricchezza e crea lavoro”.Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Luigi Di Maio:”Smentisco la mia candidatura a Modena”

“Il nuovo progetto politico con Bruno Tabacci si chiamera’ Impegno civico”. Lo ha annunciato Luigi Di Maio a “In mezz’ora in più” su Rai Tre.

“Ci sono pettegolezzi su un collegio sicuro per lei a Modena”. Lo ha detto Lucia Annunziata rivolgendosi a Luigi Di Maio. Una domanda interrotta dal ministro degli esteri che ha subito scandito: “prima di tutto smentisco. Aggiungo poi una cosa tecnica: entro il 14 agosto bisogna presentare simboli e coalizione, poi le liste. Ma se non esiste una coalizione, come si fa a trattare i collegi?”

“Vorrei chiedere a tutti i leader di sottoscrivere una lettera alla Commissione Ue per sostenere il governo Draghi, in carica per gli affari correnti, al di là delle differenze politiche per sostenere il governo Draghi sulla battaglia per il tetto al prezzo del gas”. Dice Luigi Di Maio. Una lettera con le firme e l’impegno di tutti, perché “per dare forza al governo le forze politiche devono unirsi”, dice di Maio e chiede “una commissione di inchiesta post voto sui rapporti con Mosca”.

“Io non sto con Salvini e Meloni e con Fratoianni e Di Maio. Se gli schieramenti sono questi certo che corro da solo”. Lo ha detto il leader di Italia viva, Matteo Renzi, a Mezz’ora in più parlando delle coalizioni di centrodestra e di centrosinistra. “Se al centro ci saranno, come io spero, Azione con Calenda – ha aggiunto – bene. Il mio obiettivo come Italia viva è superare il 5%”.

Matteo Renzi : “Molta gente di destra non voterà la destra”

“Molta gente di destra non voterà la destra” perché “sono sconvolti dal fatto che abbia messo davanti gli interessi del partito e della coalizione su quello del paese”. Matteo Renzi, leader di Italia viva, a In mezz’ora in più su Rai3. “Non cerco di sistemarmi da qualche parte. Non mi interessa un seggio in cambio delle mie idee. Penso che gli italiani abbiano due alternative: Salvini e Meloni da una parte e una sinistra che tiene insieme quelli che non vogliono i rigassificatori, quelli che vogliono i navigator e il Pd che vuole aumentare le tasse, dall’altra. In queste coalizioni non mi ritrovo. Credo ci sia uno spazio moderato e riformista”.

 Tajani su Rai3:”Chiediamo di votare un giorno in più”

“Salvini chiede i nomi dei ministri prima del voto? Se tutto il centrodestra è d’accordo perché no”. Lo ha detto il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, ospite di “In mezz’ora in più” su Rai3. “Un ministro del Tesoro? Beh Berlusconi sta pensando a tanti nomi”, ha aggiunto Tajani. “Dare la possibilità di votare anche il lunedì mattina, anche il 26 settembre credo sarebbe importante”.

E ha aggiunto:” Berlusconi è un noto appassionato di  botanica, la conosce meglio di tutti i politici italiani. La sua  passione per il verde è caratterizzante per Forza Italia, tutti ci riconosciamo in questo modello di politica ambientale”.

Calenda: “Basta ad aperture ai 5S, ci vuole chiarezza”

“Discutiamo di quello che volete, ma agli elettori di Azione non possiamo chiedere di votare Di Maio, Bonelli e Fratoianni nei collegi uninominali”. Lo scrive su Twitter il leader di Azione Carlo Calenda. “Aggiungo: con Più Europa abbiamo presentato un’agenda di Governo. Fratoianni e Bonelli non la condividono integralmente. Di Maio è la principale ragione per cui abbiamo specificato che ci impegniamo a candidare a posti di governo solo persone con solide competenze”, aggiunge. “Non si batte la destra senza costruire una prospettiva di Governo. Non si costruisce una prospettiva di Governo se non si condividono dei contenuti. La stagione del ‘tutti contro’ è finita perché ha dimostrato di essere fallimentare”, spiega. “Gli elettori chiedono coerenza e serietà. Queste elezioni si possono vincere se, come ha fatto Draghi nel suo discorso al Senato, si è in grado di dire dei sì e dei no e indicare una rotta precisa. Basta aperture ai 5S, basta raccattarsi i 5S. Chiarezza di contenuti e coraggio”, conclude

Sandro Gozi (Re) a Renzi e Calenda, facciamo Renew come in U

“In Europa abbiamo lavorato per Renew Europe dal 2018. Oggi è una realtà politica a cui hanno aderito prima Italia Viva con Matteo Renzi e poi Azione con Carlo Calenda. Lo abbiamo fatto per cambiare l’Europa: ora facciamolo per cambiare l’Italia”. Lo scrive su Twitter Sandro Gozi, eurodeputato di Renew Europe e segretario generale del Partito democratico europeo.

Tajani: Con noi non cambia la politica estera

“L’Italia è da sempre schierata con l’Occidente e la Nato e anche Salvini ha ribadito che tutto il centrodestra non cambierà la politica estera del nostro paese”. Lo ha detto il coordinatore nazionale di Fi, Antonio Tajani, a In Mezz’Ora in più su Rai3   “Forza Italia – ha aggiunto – è sempre stata coerente e lineare. Siamo il gruppo italiano in Europa che con Fdi ha votato più testi critici contro la Russia. Non abbiamo alcun problema di collocazione

Enrico Letta:”Impegniamoci: nessun destino è già scritto”

“Verso l’Emilia Romagna per incontrare  alla festa dell’Unità di Villalunga militanti e volontari Pd. Siamo in tanti e ad agosto e settembre ci troverete #casapercasa  #stradaperstrada. Impegniamoci nei 56 giorni fino al voto del 25  settembre, nessun destino è già scritto!”. Così Enrico Letta su  twitter.

Giorgia Meloni:”Speranza ha messo in ginocchio le imprese”

“Con quale coraggio il Ministro della Salute Speranza parla di “fratture sociali”? Proprio lui, che attraverso chiusure insensate e l’obbligo del Green Pass ha messo in ginocchio migliaia di imprese e impedito di lavorare a tanti cittadini. Il 25 settembre, scegliendo Fratelli d’Italia, avremo l’occasione di archiviare definitivamente quella politica nefasta che ha solo danneggiato la nostra Nazione”. Lo scrive il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, postando le dichiarazioni del ministro Speranza che ha detto – “questa destra è pericolosa. Le politiche che metterebbe in campo aumenterebbero le fratture sociali”.

 Salvini: “Chi sceglie PD sceglie più tasse, chi sceglie Lega sceglie flat tax”

“25 settembre. Chi sceglie il PD sceglie più tasse, chi sceglie la Lega sceglie la Flat Tax al 15% e la Pace Fiscale. Chi non sceglie, poi non si lamenti”. Lo scrive su Twitter il leader della Lega Matteo Salvini.

14:0331 Lug

Valeria Fedeli: “Bisogna favorire un patto generazionale”

“Capiamo che per la Lega la giustizia sociale non sia una priorità, ma lo è per il Paese e lo è per il PD. La proposta del segretario Letta va in questa direzione: aiutare i più giovani che, insieme alla donne, stanno pagando un prezzo altissimo per la crisi pandemica e la guerra. Lo fa partendo dal giusto principio che chi più ha, più deve dare a favore di chi ha maggiore bisogno, favorendo un patto fra generazioni”. Dichiara l’ex ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli.

Presidente del Friuli: “Un Draghi bis non lo vedo”

“Penso che non ci sia nulla di scontato, anche se i sondaggi ci danno la vittoria a mani basse. Invece dobbiamo lavorare, dobbiamo dare la certezza agli elettori che abbiamo le persone capaci di mettere in pratica le cose, abbiamo gli esempi dei governi nelle Regioni e nei Comuni. Non dobbiamo promettere favole future o soluzioni di ogni problema esistente, ma dimostrare concretezza”. Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni e esponente della Lega Massimiliano Fedriga in una intervista oggi al quotidiano “Il Piccolo” di Trieste, riferendosi ai sondaggi che danno ampio margine di vittoria alle elezioni per il centrodestra. Quanto all’agenda Draghi, per lui, “alcuni punti saranno fondamentali anche in futuro. Ma non si può ridurre il programma politico di una coalizione alla mera emergenza nazionale. Un Draghi bis in caso di stallo dopo il 25 settembre non lo vedo”.

13:5831 Luglio

Calenda: “La stagione del tutti contro tutti è finita”

Carlo Calenda su twitter: ”Non si batte la destra senza costruire una prospettiva di Governo. Non si costruisce una prospettiva di  Governo se non si condividono dei contenuti. La stagione del ”tutti  contro” è finita perché ha dimostrato di essere fallimentare”13:5631 L

Cuperlo, ex segretario dem: “Conte come Melechon? Difficile”

“La domanda con chi andare al voto è figlia di una pessima legge elettorale. Noi partiamo da qui, raccontare agli italiani perché consegnare l’Italia a una maggioranza prossima a Trump e Orbán è un pericolo per quei diritti che sono il centro del nostro programma”. Così in un’intervista a “LaStampa” l’ex segretario dem, Gianni Cuperlo, parla delle elezioni. E su Conte come Melechon precisa “Difficile ha sostenuto i decreti sicurezza”

Pd:”Nessun contatto con Fico”

“Roberto Fico con il Pd? Si leggono oggi ricostruzioni del tutto inventate, senza alcun ancoraggio alla realtà. False, dunque. Nessun contatto, nessun corteggiamento, nessun coinvolgimento”. Lo precisano fonti del Nazareno

 Salvini:”Più poliziotti nelle strade e stop agli sbarchi”

Martedì riprende il tavolo del Centrodestra per definire i programmi in vista delle elezioni. Matteo Salvini intanto anticipa il piano sicurezza della Lega: più poliziotti in strada e stop agli sbarchi.

Commenta per primo

Lascia un commento