‘Ndrangheta importava cocaina dal Sudamerica, otto arresti

‘Ndrangheta importava cocaina dal Sudamerica, otto arresti

Oltre 400 chili di cocaina purissima, per un valore di circa 35 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza nel porto di Valencia, 18 giugno 2015. L’operazione ha consentito alle Fiamme Gialle di smantellare un ingente traffico internazionale di droga che dal Sudamerica riforniva le cosche della ‘ndrangheta di Piemonte, Lombardia e Calabria. Quindici le misure di custodia cautelare emesse dal gip di Torino, otto delle quali eseguite. Sequestrati beni per 8 milioni di euro. L’operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Torino, ha impegnato 150 militari della Guardia di Finanza di Torino. Sette arresti sono stati effettuati in Italia, uno in Portogallo. Sono tuttora in corso le ricerche di altri sette indagati, tra i quali tre brasiliani. Le fiamme gialle hanno ricostruito, attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, appostamenti e accertamenti bancari e patrimoniali, le rotte delle ingenti partite di droga destinate all’Italia, che hanno interessato Brasile, Perù, Spagna e Portogallo. In soli cinque mesi, la gang è riuscita a importare dall’America Latina una tonnellata di cocaina purissima, di cui 415 chili sottoposti a sequestro. ANSA/ UFFICIO STAMPA GUARDIA DI FINANZA TORINO +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Commenta per primo

Lascia un commento