Conte ai sindacati: alleggerimento della pressione fiscale sul lavoro, investimenti “verdi” e piano di interventi nel Sud nella prossima manovra

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte (al centro tra il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo), durante l’incontro con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo a Palazzo Chigi (Foto  Ufficio stampa di Palazzo Chigi).

“L’alleggerimento della pressione fiscale a partire dalla riduzione delle tasse sul lavoro, una nuova agenda di investimenti “verdi” e un piano strutturale di interventi per il Sud sono priorità che siamo determinati a mettere al centro della prossima manovra”. Così il presidente Conte nel corso dell’incontro con i sindacati sottolineando come ci sia un quadro di finanza pubblica con vincoli ben precisi. “Vogliamo tenere i conti in ordine – ha aggiunto – sarà fondamentale una seria lotta all’evasione fiscale. Tutti devono pagare le tasse per pagarne meno. ‘L’ascolto delle parti sociali è un metodo di lavoro che ho adottato sin dall’inizio e che intendo proseguire. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di remare insieme per il bene del Paese’ ha precisato il premier aprendo l’incontro con i sindacati a Palazzo Chigi sulla manovra”.

“L’orizzonte del governo triennale è fondamentale per rilanciare la crescita e l’occupazione”, ha detto invece il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.

Commenta per primo

Lascia un commento