Motori

A RUOTA LIBERA/ Rubrica (n. 200) di LUCIO DE SANCTIS/ Nuovi segnali di recessione – Come va il mercato delle auto nuove – I cinque modelli italiani più venduti – Aumentano noleggio e chilometri zero – Crollo a dicembre dei veicoli pesanti

17 gennaio 2019

di LUCIO DE SANCTIS/ La produzione industriale dà segnali di recessione L’indice Istat destagionalizzato della produzione industriale in novembre ha fatto registrare un calo dell’1,6% rispetto ad ottobre 2018, mentre rispetto allo stesso mese del 2017 il tasso di crescita, che in gennaio 2018 era del 4,4%, si è ridotto […]

Motori

A RUOTA LIBERA/ Rubrica (n.176) di LUCIO DE SANCTIS/ Gli annunci congelano il diesel. Quanta disinformazione sull’inquinamento!- Auto sempre più costose: più sicure ma più ingombranti – Gli incidenti di mezzi pesanti e bus

4 luglio 2018

di LUCIO DE SANCTIS – Gli annunci congelano il diesel – Stando a una elaborazione realizzata dal Centro Studi Fleet&Mobility per Il Sole-24 Ore, nei primi cinque mesi del 2018 (gennaio-maggio) le vendite a privati di veicoli diesel nuovi sono diminuiti del 4,2% (dai 537.411 veicoli dello stesso periodi del […]

Cronaca

A RUOTA LIBERA/ Rubrica (n.97) di LUCIO DE SANCTIS

28 ottobre 2016

Auto, spesi 4 miliardi in più – La domanda di auto nuove ha segnato una crescita di oltre 4 miliardi di euro nei primi 9 mesi rispetto allo stesso periodo del 2015. Secondo il Centro Studi Fleet&Mobility, i privati hanno contribuito con 2,2 miliardi, «dimostrando – secondo Valerio Papale di […]

Cronaca

A RUOTA LIBERA/ Rubrica (n. 82) di LUCIO DE SANCTIS

30 giugno 2016

Consumo in crescita ma spesa in calo – Il consumo di carburanti auto cresce lievemente ma diminuisce sensibilmente la spesa per acquistarli. Nei primi cinque mesi del 2016 il consumo di benzina e gasolio auto è infatti aumentato dello 0,3% e nello stesso periodo la spesa per l’acquisto alla pompa, secondo […]

No Picture
Cronaca

A RUOTA LIBERA/ rubrica (n. 56) di LUCIO DE SANCTIS

31 dicembre 2015

Non basta bloccare le auto – “I dati sulla qualità dell’aria nelle città italiane dimostrano ancora una volta che i problemi non si risolvono bloccando le auto, perché ai veicoli è imputabile solo una piccola parte delle emissioni inquinanti. Soprattutto in questo regime di emergenza bisogna puntare il dito su […]