Fiducia della Camera al governo sul decreto “salva-banche”

Con un voto di fiducia al governo la Camera ha approvato il decreto legge sulle banche con 340 sì e 126 no. L’Assemblea ha poi esaminato i 45 ordini del giorno presentati al testo. La votazione finale, contrariamente a quanto previsto, secondo le intese intercorse fra i gruppi parlamentari, è stata rinviata a domani mattina, con dichiarazioni di voto a partire dalle 9.
Il provvedimento, già approvato dal Senato, con il voto di domani della Camera sarà licenziato in via definitiva e diverrà legge.
Il decreto è stato ribattezzato dalle opposizioni “il salva-banche”. Una definizione che riflette le forti polemiche che hanno accompagnato la gestazione e l’approvazione di un testo che istituisce un fondo da 20 miliardi per coprire gli oneri delle operazioni di sottoscrizione e acquisto di azioni e delle garanzie concesse dallo Stato su passività di nuova emissione e sull’erogazione di liquidità di emergenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*