ACCADDE OGGI 30 gennaio

1592 – Il Conclave sceglie come Papa – dopo la morte di Innocenzo IX –  Ippolito Aldobrandini, che assume il nome di Clemente VIII.

1629- Muore a Roma, all’età di 73 anni, l’architetto Carlo Maderno. 
Proveniente dal Canton Ticino, Maderno si trasferisce a Roma, sotto il Pontificato di Sisto V, lavorando, inizialmente, nella bottega dello zio, Domenico Fontana.

1847- La città californiana Yerba Buena cambia nome in San Francisco.

1933- Il presidente tedesco Hindeburg nomina cancelliere Adolf Hitler, leader del partito di maggioranza relativa. Per dodici anni terrà il potere in Germania, artefice dei peggiori crimini contro l’umanità del XX secolo.

1948- Il Mahatma Gandhi è ucciso a New Delhi, da un fanatico induista, che ritiene Gandhi responsabile dell’indebolimento dell’India, a causa del pagamento del debito al Pakistan.

1962- Palermo. Serafina Battaglia è la prima donna a infrangere il muro dell’omertà mafiosa. E lo fa per vendicare l’assassinio del figlio Salvatore. In tribunale rivela tutto quello che sa, indicando i nomi di assassini, mandanti ed esecutori.

2002- Slobodan Milosevic, accusato di crimini contro l’umanità per le atrocità commesse dalle forze serbe contro croati e mussulmani, davanti al Tribunale dell’Aja, si scaglia contro la Corte, affermando che quello contro di lui, “è un processo in malafede”.

2002- Un bambino di tre anni, Samuele Lorenzi, è assassinato, nella frazione di Cogne in Valle d’Aosta, con 17 colpi inferti da un’arma contundente mai ritrovata. Chi ha ucciso Samuele? Questa domanda risuonerà, per anni, nelle case degli italiani, grazie anche alle decine di trasmissioni televisive, dedicate a questo caso. Nel maggio del 2008, la Corte di 
Cassazione riconosce definitivamente colpevole, la madre del piccolo, Anna Maria Franzoni.

2005 – Prime elezioni in Iraq dopo 47 anni. L’Alleanza degli iracheni uniti (sciiti) ottiene il 48,2 per cento contro il 25,7% dell’Alleanza curda.

Commenta per primo

Lascia un commento