ACCADDE OGGI 18 novembre

1307 – Guglielmo Tell si rifiuta di rendre omaggio al governatore austriaco che tiranneggia la Svizzera e per punizione viene obbligato a colpire con la freccia una mela sulla testa di suo figlio Gualtiero. Sia se rifiuta, sia se colpisce per errore il ragazzo verrà giustiziato. Ma Guglielmo Tell colpirà la mela.

1626 –  Papa Urbano VIII consacra la Basilica di San Pietro a Roma.

1787. Viene fondata a Napoli l’Accademia Militare della Nunziatella, istituita su ordine di Re Ferdinando IV di Borbone e ospitata nel noviziato gesuitico edificato duecento anni prima.

1926 – Il drammaturgo inglese George Bernard Shaw rifiuta il Premio Nobel con la seguente motivazione: «Posso perdonale Alfred Nobel per aver inventato la dinamite, ma solo un demone con sembianze umane può aver inventato il Premio Nobel»

1928 Al Colony Theater di New York viene proiettato per la prima volta il cortometraggio Steamboat Willie, il primo cartone animato sonoro completamente sincronizzato, diretto da Walt Disney. Nel film, insieme a Topolino, compaiono Minnie e Gambadilegno, al suo “debutto” assoluto.

1934 Il Consiglio della Società delle Nazioni punisce l’Italia per l’invasione dell’Etiopia. Nei confronti del paese aggressore vengono approvate alcune sanzioni restrittive di carattere economico-finanziario. E, il giorno dopo, vengono approvati tre provvedimenti: divieto di importazioni dall’Italia, di esportazione verso l’ Italia di materie prime e di alcuni prodotti-chiave.

1936 – I governi di Italia e Germania riconoscono il governo dittatoriale spagnolo di Francisco Franco.

1959 Sempre a New York, al Loews Theater, è presentato in anteprima mondiale Ben-Hur di William Wyler. Con cinquecento attori, centomila comparse, quindici milioni di dollari di costo di produzione e dieci anni di preparazione, rappresenta il kolossal per eccellenza della storia del cinema

1978 A Jonestown, nella Guyana francese, Jim Jones guida gli appartenenti della sua setta religiosa, i People Temples, a quello che è considerato il più grande suicidio di massa della storia moderna. Muoiono più di 900 persone, tra cui 276 bambini.

1990 – Il presidente dell’Unione Sovietica Michail Gorbaciov incontra Papa giovanni Paolo II in Vaticano.

1999. La Camera dei deputati saluta la presidente Nilde Iotti, dimissionaria per motivi di salute dopo 53 anni di attività politica.

Commenta per primo

Lascia un commento